Toscana IGT “Tignanello” 2016 Antinori Bottiglia da 75 cl / Enoteca Gambi

Toscana IGT “Tignanello” 2016 Antinori Bottiglia da 75 cl

95,00 €
Tasse incluse

Toscana IGT “Tignanello” 2016 è un vino rosso prodotto dalla famiglia Antinori nell'omonima tenuta toscana.


Perché comprarlo?

Tignanello è una pietra miliare del vino toscano di qualità; primo vero Supertuscan, primo vino sangiovese affinato in barrique e senza utilizzo di varietà di uve bianche ma anzi di vitigni internazionali; è oggi un "must" per ogni appassionato di vino toscano.


Quantità
Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

Paese di Produzione Italia
Regione/area Toscana, Chianti Classico
Formato 75 cl
Grado alcolico 14%
Gusto elegante, sontuoso, vibrante
Quando gustarlo

Durante i pasti, vino da meditazione

2019/2050

Temperatura servizio 16-18°C
Giudizio di Gambi 10/10

Storia

Toscana IGT “Tignanello” 2016 Antinori Bottiglia da 75 cl è un vino rosso prodotto dalla famiglia Antinori nella tenuta Tignanello, in Toscana. Il Tignanello è una pietra miliare per la Toscana e per il Chianti Classico: è stato infatti il primo Sangiovese a essere affinato in barriques, il primo vino moderno precursore dei Supertuscan a essere assemblato con varietà non tradizionali e anzi vitigni internazionali (cabernet sauvignon e cabernet franc) e senza utilizzare varietà di uva bianca. Prodotto solo nelle annate migliori, la prima annata venne prodotta nel 1970 con un’assemblaggio di Sangiovese, Canaiolo e Trebbiano con la menzione di Chianti Classico Riserva vigneto Tignanello; è diventato invece un vino da tavola con l’annata 1975, nella quale sono state anche eliminate le varietà di uva bianca. Dal 1982 la composizione rimane invariata come quella odierna. La Tenuta Tignanello sorge nel cuore del Chianti Classico, a metà tra la Val di Greve e Val di Pesa e si estende per un totale di 319 ettari, di cui 127 vitati. Sicuramente i due vigneti più rinomati e conosciuti della tenuta per l’importanza dei vini omonimi che vengono prodotti da essi sono il vigneto Tignanello e il vigneto Solaia che sorgono su terreni derivanti da antichissime marne marine che conferiscono complessità e potenzialità d’invecchiamento al prodotto finale. Inoltre, grazie allo specifico microclima, le vigne godono di giorni caldi e notti fresche durante la stagione della crescita. In questo contesto si producono Solaia e Tignanello appunto, che sono stati definiti dalla stampa internazionale di settore “tra i vini più influenti nella storia vitivinicola italiana”. Secondo la famiglia Antinori, essi rappresentano “una sfida continua ed una passione mai finita”. I vigneti di Tenuta Tignanello sono vitati principalmente con Sangiovese e da varietà non tradizionali come Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc.

Uve utilizzate

  • Sangiovese 80%
  • Cabernet Sauvignon 15%
  • Cabernet Franc 5%

Metodo di produzione

La primavera del 2016 è iniziata con il bel tempo, anticipando le condizioni per la maturazione dell’uva di circa 10 giorni rispetto alla media, ed anche l’estate è stata calda e prevalentemente asciutta garantendo ottime condizioni per le uve. Quest’ultime sono state raccolte a piena maturazione in momenti diversi a seconda della varietà: il Sangiovese a partire dal 23 settembre, il Cabernet Franc verso la fine di settembre e il Cabernet Sauvignon dal 3 al 10 ottobre. Non appena arrivate in cantina, le uve vengono diraspate e pressate in maniera soffice, e vengono inserite in serbatoio troncoconici per la fermentazione e contemporanea macerazione delle uve. Durante questa fase i mosti vengono follati con estrema attenzione e delicatezza per l’estrazione dei colori, profumi e tannini. Dopo la svinatura, il vino svolge naturalmente la fermentazione malolattica in barrique e affina per 14-16 mesi in esse Verrà poi assemblato poco prima dell’imbottigliamento e trascorrerà altri 12 mesi in bottiglia prima di essere immesso sul mercato.

Note di degustazione

Alla vista si presenta color rosso rubino intenso e impenetrabile, con unghia granata. Al naso aroma complesso e elegante di frutta rossa matura, quasi sotto spirito: sentori di ciliegia, mora fresca, gelso e piccoli frutti rossi. Sensazioni anche di eucalipto e erbacee, chiude poi il bouquet speziato di pepe nero, tabacco, chiodi di garofano, sandalo, vaniglia, cioccolato e noce moscata. In bocca è vibrante, vivo, morbido e caldo; controbilanciato sul finale da una buona acidità e tannini maturi e eleganti. Il finale è lungo e avvolgente, che tende di nuovo alla vaniglia e a sensazioni di liquirizia. Completo.

Possibili abbinamenti

Vino di fama mondiale, è realmente importante quello che abbiniamo con un “must” come questo? Tignanello rappresenta tradizione, innovazione e qualità altissima tutte sotto la stessa etichetta. Si candida quindi ad essere un caposaldo per collezionisti e appassionati del genere. Volendo tentare degli abbinamenti si presta sicuramente ad accompagnare secondi piatti di carne rossa o selvaggina anche ben cotti, come brasato, anatra al forno o cinghiale in umido, oppure formaggi stagionati come grana padano da 30 mesi in su oppure pecorini stagionati in grotta.


228047

Altri prodotti di questa categoria

(Ci sono 16 altri prodotti della stessa categoria)